Viaggi

Cuffie wireless sono proprio dappertutto

Ma sembra e pare solo a me che ogni volta che mi giro e mi trovo qualcuno e qualcun altro vien fuori che risulta che ci sono sempre e comunque su qualcuno un paio di cuffie wireless? Davvero, a me pare proprio che un po’ tutti abbiano questo tipo di cuffie, e che nessuno prenda più ma proprio più le vecchie cuffie o gli auricolari coi cavi e coi cavetti. Un po’ scomodi è vero, ma non vi è proprio nessuno che le ha più: ma allora queste cuffie qui ce le hanno tutti?

E in effetti quasi sembra che siano diventati dei veri e propri oggetti di moda, visto che se ne vedono di tutte le forme e di tutti i colori o di tutte le fantasie, io vi dico, che sembra quasi che vi siano molte più cuffie a radiofrequenza diverse tra loro che non invece dello stesso modello. Ma in questo io credo e dico pure di essere favorevole, dato che tutto questo in fondo va in favore di una varietà e non invece della omologazione, e dunque ben venga che la gente esprima se stessa in ogni modo e, se possibile, anche e pure con queste cuffie.

Anzi è secondo me molto importante favorire questo, anche e pure perché in questo modo se possibile si smuove ancora e ancor più il mercato, e si fa girare l’economia, cosa che direi che oggi in specie diviene quanto mai importante e opportuna, e allora mettiamoci tutto quanto sia possibile, o sbaglio? Ditemi pure se voi siete o meno in accordo con me su questo punto, in modo che se ne possa discutere. Potete scrivere un commento su questo post o scrivere a me nei contatti, se siete timidi.

Modelli sempre più nuovi e diversi

Da questo punto di vista io vi dico che vi sono più diversi modelli tra cui potete scegliere, e da questo punto di vista è anche possibile per voi andare a stare bene attenti e a curare tutti i colori e le fantasie che potreste decidere di andare a scegliere. Lo ripeto, e lo ripeto per voi e a vostro vantaggio: state bene attenti quando scegliete, e prendere un bel modello che vi sappia rispecchiare nel migliore dei modi, il che non è facile e richiede a mio modesto parere un poco di tempo di impegno e di cura nella scelta.

qual' è la miglior bicicletta pieghevole

Avete mai sentito parlare di questa genialata di tecnologia che dà accesso immediato a un mezzo di locomozione a dir poco iper comodo? Non vi è niente in assoluto da apprendere, ma proprio proprio niente. Le biciclette pieghevoli sono tanto facili da utilizzare che ne rimarrete sbalorditi, ci potete scommettere anche e quasi se non altro il prezzo di un paio di caffè, giusto se non amate le scommesse a rischio e o non vi piace tale mondo un poco pericoloso in effetti io dico.

E allora forse vi state anche a domandare ed è giusto fin da ora se e perché io vi ho portati qui a fare un bel post per parlare di biciclette pieghevoli. Che sia un po’ fuori luogo ci sta eh, e io mica vi nego qui il tutto, sia chiaro a tutti! Però è perché ho comprato proprio proprio ieri una bella nuova bicicletta pieghevole e quindi ho tutta e tanta voglia di parlare qui e proprio e pure qui a voi di questo mio nuovo compera. Eppure voglio qui parlarvi della grande comodità e notevole portabilità di queste biciclette.

Io non so cosa pensate o ritenete voi di queste bici, però io vi dico che non è solo comoda, ma è pure ecologica in tutto e per tutto e alla grande pure, anche e inoltre dato che non è che sia poi così semplice parlare di questo e quel tema qui e in questa nostra sede un po’ poi varia e pure e poi i tempi sono sempre più brutti e dunque diventa così arduo dire prendo i soldi e li spendo. Ma fidatevi di me e non ve ne pentirete, vedrete!

Tutto in una sola bicicletta!

Il motivo è presto detto, e voi lo sapete così bene come in fondo io vi ho voluto lasciare fin qui intuire. Ci sono tante belle cose in una bicicletta pieghevole, anche senza campanellino o robe simili come per esempio un cestino. Però rispettate l’ambiente, incontrate il favore di amici e parenti e persone e tutti anche sul luogo di lavoro oltre che e pure in famiglia e così via, e voi lo potete ben capire o sbaglio, vero? Non vi lasciate ingannare e compratene una subito!

Può parervi che non sia così, ma fidatevi di me: una volta che le provate vi innamorerete fin da subito di queste nuove bici!

Volontariato al mare

Le vacanze estive, quelle più desiderato da tutti gli studenti sono alle porte, e per una volta, quest’anno ho pensato di organizzarle riuscendo a trascorrere tutti i tre mesi viaggiando per l’Italia, la mia spedizione toccherà la cosa siciliana e le isole, mi sposterò sulla costiera amalfitana e finirò vicino al Monte Conero, sull’altra costa Italiana, quella adriatica-ionica. Mi è sempre piaciuto viaggiare, scoprire posti nuove, conoscere nuove culture e cercare di comunicare in altre lingue, il problema è che studiando ho tanto tempo a disposizione e pochi soldi, per cui ho cominciato a pensare a modi alternativi per viaggiare a basso costo.

Magari contribuendo anche a fare qualcosa di bello per la società, e il volontariato sembra proprio perfetto per questa mia idea. Infatti, sono riuscita a trovare moltissime soluzioni che mi permettono di viaggiare facendo dei lavori socialmente utili. Il volontariato mi permetterà di vedere più posti, e facendo del bene alla mia terra, devo confessarvi che sono davvero fiera di questa idea e sono anche riuscita a convincere una mia amica, i viaggi in due sono sempre i migliori, per quanto mi riguarda.

Come ho scritto all’inizio, questa estate sto preparando un bell’itinerario che mi porterà su alcune delle zone costiere più belle d’Italia e su alcune isole, sono riuscita a trovare tipi di volontariato diverso; una parte del mio viaggia sarà indirizzata alla pulizia delle spiaggia, mentre l’altra parte del viaggio sarà destinata alla preservazione del patrimonio naturale. Ho scelto queste due attività specificatamente anche e soprattutto perché volevo stare vicino al mare, abito molto lontano dal mare, per cui in estate cerco di passarci più tempo possibile.

Tutto quello che puoi fare!

Ho scelto di occuparmi della pulizia delle spiagge perché mi fa piacere pensare di poter aiutare i cittadini dei paesini sul mare a migliorare le condizioni ambientali, anche perché, nella maggioranza dei casi si tratta anche di borghi davvero spettacolari, come alcune zone della Sicilia, dalla quale puoi vedere la Calabria, uno degli spettacoli migliori al mondo! C’è anche il fatto che non mi piacciono le spiagge sporche, anche perché potrebbero nascondere qualche oggetto pericoloso, non si sa mai quello che viene buttato dalle navi, il risultato della sporcizia sulle nostre spiagge.

Anche lavorare per la preservazione delle specie naturali e molto interessante, perché unisci il volontariato alla didattica, sono sicurissima che imparerò tantissimo sulla biodiversità Marina e terrestre del posto, anche perché questo tipo di attività avviene insieme ai ricercatori che lavorano ai progetti di preservazione ambientale, questo tipo di persone sono quelle dalle quali puoi imparare di più perché sono i veri appassionati. Infine, quando tornerò dalla mia esperienza, molto probabilmente troverete un altro mio articolo che vi spiegherà come sarà andata, per ora spero di averti almeno incuriosito a tal punto da farti pensare di fare una vacanza-volontariato come la mia!

Quanto è bello il mare d’ Italia

Nelle tante regioni di questa nostra Italia che si affacciano direttamente sul mare ci sono così tante spiagge e scogli e scorci sul mare che forse tu nemmeno potresti immaginarlo, ma puoi di per certo fidarti di quello che ti dico se sto qui a riferirti di quanta scelta e di quale ruolo e valore si possa qui riconoscere a quello che è il mare nostrano. Ci sono così tante cose e così tante cose da fare e da vedere che una sola pagina qui non può proprio bastare nemmeno a pregare!

Io vi consiglio di informarvi e di girare e di provare e di fare e disfare, che sia rimanendo sulla nostra bella penisola intesa qui in senso stretto e per poi muoversi verso le isole, sia le isole maggiori che le isole minori: non solo dunque la Sicilia e la Sardegna, così ricche di spiagge a dir poco meravigliose, ma anche e pure invece le isole Eolie, le isole Pontine, e tutte le bellissime isole che si affacciano su Napoli.

E allora cosa ne pensate di cercare di fare qui da noi e nei prossimi post che vi posterò qui in questa sede e su questo blog di vedere un po’ insieme alcune delle spiagge e degli scorci di mare più interessanti del nostro Paese? Potremmo partire da alcuni di quelli che conosco io per poi vedere di muovere un po’ dai vostri consigli e a partire da questi allora poi anche e magari fare un sondaggio e vedere quale sia quello che vince e che voi preferite o magari pure dare qualche bel consiglio di viaggio.

Ogni Regione per ogni spiaggia

Ma allora secondo voi è una buona idea? Vi chiedo di esprimere le vostre opinioni su questo punto sia in via diretta qui nei commenti a questo post, sia anche e se preferite in via più privata inviando un messaggio a me attraverso la pagina dei contatti di questo stesso blog. In ambo i casi infatti io mi premurerò di leggerli e se possibile di rispondervi anche personalmente, e altrimenti in caso contrario andrò a raccogliere i dati e ve li comunicherò poi qui in un nuovo post su questo blog.

E sono comunque sicura che molti di voi troveranno interessante questa iniziativa e mi manderanno magari pure qualche bella foto o video da pubblicare, sia che siano vostri sia che li abbiate trovati in internet o su YouTube. Sotto con la fantasia!